Fandango Club

Project

Milan l’è un gran Man’s World

 

Dai gentleman amanti degli abiti sartoriali ai cultori della barba e delle moto custom. Una vera e propria community di uomini (ma anche tante donne) ha animato la tre giorni di Man’s World che si è conclusa domenica 13 maggio negli spazi di Fabbrica Orobia 15 con un’affluenza di oltre 6 mila persone.

«Man’s World non è una fiera, ma un parco giochi ricco di tutti quei piaceri che il quarantenne metropolitano ama concedersi», spiegano Marco Moretti e Michele Budelli, rispettivamente presidente e amministratore delegato di Fandango Club, l’agenzia milanese che ha curato l’esordio italiano di Man’s World e che ne detiene i diritti per l’Italia per i prossimi sei anni. «Abbiamo voluto creare – continuano – un ambiente elegante e confortevole, in cui si possono acquistare e conoscere i prodotti di grandi marchi e piccole realtà di eccellenza. Un grazie particolare va agli oltre 60 marchi che hanno scelto Man’s World quest’anno e soprattutto a Bullfrog, MotorTrend e Fever-Tree, partner di questa prima emozionante edizione italiana in cui hanno fortemente creduto».

Clicca qui per leggere il comunicato stampa

Utilizzando il sito, continuando la navigazione in esso o scrollando la pagina stessa accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Clicca qui per visualizzare la nostra informativa.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi